Tags

, , ,

keep-calm-and-don-t-give-up-80

For the English version click here.

Per molti di noi, la ragione principale per trasferirsi all’estero è cercare un lavoro o trovarne uno migliore.

Non c’è bisogno che mi dilunghi a proposito della crisi economica che ha colpito molti paesi europei ed il fatto che alcuni siano in una situazione peggiore di altri.

Al momento c’è un alto tasso di migrazione verso il Regno Unito e tra le percentuali maggiori dei paesi migranti troviamo Indiani, Polacchi e Italiani.

Non è facile per me dare un giudizio sulla situazione lavorativa qui: i telegiornali parlano di un aumento del tasso di disoccupazione, ma in confronto all’Italia ci sono ancora maggiori opportunità di trovare un lavoro nel Regno Unito.

Nonostante la situazione sia migliore che in altri paesi e vi siano politiche sociali più sviluppate, la crisi sembra essere arrivata anche qui e si sentono storie di persone che vengono licenziate per mancanza di lavoro o altre che faticano a trovare impiego.

Comunque non disperate! Se siete disponibili ad adattarvi e ad iniziare con un lavoro qualunque, è probabile che troviate qualcosa. Anche se non avete risultati al primo tentativo, non perdete la speranza e cercate di sfruttare le vostre abilità. Dato che siete stranieri, potete utilizzare le vostre capacità linguistiche oltre a ciò che avete imparato durante la vostra esperienza scolastica/universitaria o lavorativa. Inoltre non dimenticate che la cucina Italiana è molto amata (e come potrebbe non esserlo?) e in alcune zone si fatica a trovare cibo ‘autentico’, nel caso vogliate tentare di aprire un’attività ristorativa o un negozio. 🙂

Dunque, dove cercare?

Se sapete già in quale campo o in quale azienda volete lavorare, potete solitamente trovare tutte le informazioni utili a candidarvi per un lavoro tramite il sito internet delle aziende in questione.

Se invece non siete sicuri di quali siano le vostre aspirazioni, è una buona idea cercare annunci di lavoro su siti come i seguenti:

Go Wales
Graduate Jobs
Eures

cercare “Graduate” o “Undergraduate jobs” (lavori specializzati e non) su un motore di ricerca, o ancora, contattare agenzie del lavoro come Reed, Adecco, Hays, ecc.

LinkedIn può rivelarsi uno strumento utile per cercare annunci e posizioni disponibili nel vostro campo ed area di interesse. Se siete studenti, vi consiglio di informarvi sulle possibilità di fare un’esperienza all’estero tramite borsa di studio o programmi come Erasmus e Leonardo da Vinci, che possono darvi la possibilità di fare uno stage in vari paesi esteri.

Scrivere il Curriculum Vitae può rivelarsi complicato.

Sebbene non ci sia uno specifico formato da utilizzare (io ho sempre usato il sito Europass ), dovete fare in modo che la traduzione sia più accurata possibile e se non siete sicuri di come scrivere qualcosa, mantenete uno stile semplice e ordinato (noi Italiani scriviamo frasi luuunghee ed ai Britannici non piacciono 🙂 )

Potete trovare informazioni e suggerimenti utili su vari dizionari online e forum (Wordreference ha un forum utile per Italiano, Spagnolo e Francese) ed in particolare quando descrivete il vostro percorso scolastico/universitario, assicuratevi che le qualifiche elencate corrispondano o siano più simili possibili a quelle disponibili nel vostro paese di destinazione (perchè tutti i paesi hanno sistemi scolastici diversi!)

Per quel che riguarda il Regno Unito, potete trovare uno schema utile a capirne il percorso educativo su questo sito.

In generale, usate sempre il buon senso e leggete il contratto con attenzione. Non credo sia necessario darvi consigli per i colloqui, perchè sarebbero i soliti consigli che si danno per ogni colloquio, ma non esitate a contattarmi per informazioni più specifiche o lasciate un commento e farò del mio meglio per rispondere!!!

Come nota finale, ricordo che prima di iniziare a lavorare qui, ero molto preoccupata di come sarei riuscita a condurre una conversazione lavorativa in maniera professionale date che le uniche esperienze che avevo avuto fino ad allora erano in Italiano. Youtube può aiutarvi con dei video che mostrano esempi di conversazione se cercate “English phone manner”, ma a dire la verità, ho imparato molto di più grazie al training e all’esperienza acquisita una volta che ho iniziato a lavorare.

Non spaventatevi troppo per i diversi accenti Britannici. Farete fatica a capirli all’inizio e loro faranno fatica a capire voi se avete un accento straniero, ma è facile abituarsi e presto avrete meno difficoltà.

Spero di essere stata d’aiuto, a presto!! 🙂

Advertisements